Giuseppe Spina

Attore, musicista e regista

Giuseppe ha studiato recitazione all’Accademia Teatro Dimitri di Verscio. Dal 2005 lavora in Svizzera come attore, musicista e regista freelance. Dal 2012, insieme a quattro colleghi/colleghe, dirige la Theaterwerkstatt Gleis 5 a Frauenfeld, un luogo di teatro che ogni anno porta in scena quattro produzioni proprie. Dal 2008 al 2019 ha insegnato recitazione presso la scuola Atelierschule di Zurigo e ha prodotto e messo in scena numerosi spettacoli teatrali a livello sia professionale che amatoriale. Oltre al tedesco parla fluentemente italiano, francese e inglese. Giuseppe vive a Küsnacht.

 

I temi di Giuseppe:

#Lavoro freelance
#Lavoro indipendente
#Pianificazione finanziaria
#Previdenza per la vecchiaia

Tre domande ad Giuseppe

Essere o non essere! Ti sei mai fatta questa domanda in vita tua?

All’inizio della mia carriera, subito dopo il diploma all‘Accademia Teatro Dimitri, mi sono trovato, al pari di tanti altri miei compagni/compagne di studio, davanti ad un prevedibile nulla. Anche se avevo delle idee, addirittura degli spettacoli, che avrei potuto vendere e rappresentare, tutti i luoghi di teatro tradizionali avevano già fissato i loro programmi fino all’anno successivo. Non c’era posto per dei novellini qualunque del Ticino. Allora ho preso in mano il mio destino e per un intero anno semplicemente ho recitato in quei luoghi in cui generalmente non si svolgono rappresentazioni teatrali. Sulle navi da crociera, nei capannoni vuoti delle fabbriche, nei cortili delle scuole e nelle piazze. L’impegno è stato enorme, il guadagno misero e appena sufficiente per arrivare alla fine del mese. In questo modo mi sono creato le basi per la mia carriera futura.

Hai avuto dei modelli da seguire in materia di previdenza per la vecchiaia?

I miei genitori sono i classici immigrati dall’Italia che dopo la pensione sono tornati al loro paese d’origine senza grandi aspirazioni in questo senso. Tuttavia, prima di iniziare la formazione come attore, ho lavorato in un istituto finanziario, dove ho avuto modo di farmi un’idea su diversi argomenti, tra gli altri la previdenza per la vecchiaia. Questa esperienza più avanti mi ha aiutato a prendere determinate decisioni.

Quale consiglio daresti al tuo giovane Io in materia di previdenza?

Anche se lo si sente dire e ripetere in continuazione: inizia a risparmiare per tempo per un terzo pilastro a sostegno della tua vecchiaia. Ogni anno versato preventivamente, alla fine farà una grande differenza. 

Domande frequenti

I miei concerti sono morti di Coronavirus – e adesso?

Come artista a tempo parziale ho bisogno di un programma a tempo pieno per la previdenza?

Quando si tratta delle mie imposte faccio fatica a capire. Chi mi aiuta?